No alle aperture domenicali: la Regione modifichi l’ordinanza

No alle aperture domenicali: la Regione modifichi l’ordinanza
image_print

“Esprimiamo contrarietà sul nuovo via libera alle aperture domenicali e nei festivi disposto dal presidente Solinas nell’ordinanza di ieri”: così la Filcams Cgil, che da sempre porta avanti una battaglia per garantire il riposo almeno la domenica ai tanti lavoratori del settore. “A maggior ragione nell’emergenza e in vista della fase 2 – ha detto la segretaria regionale Nella Milazzo – per la quale il decreto del Governo non ha affatto previsto variazioni”.

La Filcams Cgil sottolinea che “da domani occorrerà essere ancora più responsabili, deve essere chiaro, prima di tutto, che la possibilità di spostarsi da casa per fare la spesa è finalizzata all’acquisto di beni indispensabili, non certo un’occasione di svago, ecco perché non ha alcun senso riaprire la domenica”.

Oltretutto, la categoria sottolinea che la sperimentazione ha funzionato, “non ci sono stati disagi per i cittadini che, anzi, si sono organizzati nei giorni feriali, a dimostrazione del fatto che non serve a nulla tenere aperti i supermercati la domenica, se non a creare difficoltà ai lavoratori”.

Con la nuova ordinanza di Solinas invece, il rischio è che i cittadini cedano alla tentazione di considerare i supermercati come una meta per giustificare ulteriormente le loro uscite: “Questo potrebbe compromettere i sacrifici fatti fin qui, dai lavoratori e dagli stessi cittadini”.

Da qui l’appello alla Regione: “Riveda la scelta fatta ieri, nel rispetto dei lavoratrici che in questi ultimi due mesi hanno garantito la loro attività, ripristini le chiusure domenicali e nei festivi, ne trarrà beneficio la salute di tutti”.