Decreto Sardegna: “E’ arrivata la firma attesa, ora avanti spediti con la realizzazione delle opere”

Decreto Sardegna: “E’ arrivata la firma attesa, ora avanti spediti con la realizzazione delle opere”
image_print

Accogliamo con soddisfazione la firma del decreto Sardegna che abbiamo sollecitato per mesi come primo indispensabile atto di un progetto più ampio che con la realizzazione della dorsale potrà anche garantirci la perequazione delle tariffe”: così i segretari Cgil Sardegna e Filctem regionale Samuele Piddiu e Francesco Garau che auspicano “si vada adesso avanti spediti verso la realizzazione delle infrastrutture, superando una volta per tutte i tentennamenti ai quali abbiamo purtroppo assistito negli ultimi tempi, in particolare da parte del presidente della Regione”.Cgil e Filctem sottolineano che occorre far tesoro di questo importante risultato e compiere tutti i passi necessari per realizzare le opere necessarie alla metanizzazione, compreso il dragaggio del porto di Portovesme nel quale verrà posizionata una delle Fsru, insieme a quella a Porto Torres.Ognuno deve fare la sua parte con responsabilità, serietà e celerità – hanno detto Samuele Piddiu e Francesco Garau – abbiamo davanti l’opportunità di realizzare la decarbonizzazione e affrontare la transizione energetica restituendo una prospettiva al nostro sistema produttivo, è un’opportunità che non possiamo permetterci di perdere”.

E a proposito della transizione energetica il sindacato reitera la sollecitazione alla Regione per un confronto urgente con l’obiettivo di definire una volta per tutte il percorso e le scelte da attuare nel prossimo futuro, a partire dalla valorizzazione del mix energetico e dai progetti innovativi come quelli sull’idrogeno che, per inciso, potrà viaggiare proprio attraverso la dorsale oggi dedicata al metano.