Diana sulla crisi politica: «Prevalga l′etica della responsabilitą»
Mercoledi 26 Novembre 2008
Condividi con:
Ti piace
135
Non ti piace
184
«Etica» e «responsabilità» sono le parole chiave del segretario della Cgil Giampaolo Diana che invita le forze politiche, il presidente, la giunta e la maggiornaza «a concentrare l’attenzione sulle condizioni di difficoltà del sistema economico e del mondo del lavoro, per trovare su questo terreno le ragioni per superare la crisi politica».
«La Sardegna non può permettersi una crisi politica, serve continuità nell’azione di governo per approvare la Finanziaria entro dicembre e portare avanti la vertenza con il governo nazionale sulla chimica e le altre questioni aperte.
 
«E’ inaccettabile – e nessuno ne comprenderà e giustificherà le ragioni – che in un momento così difficile e delicato per il futuro della Sardegna, si arrivi a un epilogo come le dimissioni del presidente della Regione su una materia come la legge urbanistica che, per quanto importante, non può rappresentare la priorità in una fase di crisi economica come questa. E’ assurdo poi e davvero c’è da indignarsi – che sulla legge urbanistica non si possa trovare sintesi tra il presidente, la giunta e la maggiornaza e si comprometta in questo modo il futuro della Sardegna».
 
«Prima di tutto ci sono gli interssi dei sardi che stanno subendo ogni giorno di più la crisi economica – conclude Diana – la situazione di estrema difficoltà impone una assunzione di massima responsabilità politica».