Convegno: Trasporti e continuitą territoriale marittima
Venerdi 23 Settembre 2011
Condividi con:
Ti piace
290
Non ti piace
277
Si è parlato di trasporti e diritto alla mobilità nel convegno organizzato dalla Cgil insieme alla Filt il 22 settembre dalle 9 e 30 all’hotel Mediterraneo a Cagliari. A quasi due mesi dalla vendita della Tirrenia che ha messo a rischio la continuità territoriale marittima e alla luce dell’imminente nuova definizione di quella aerea, la Cgil ha deciso di intervenire sul dibattito. Il ragionamento del sindacato parte dai diritti legati all’insularità e dal necessario riconoscimento della condizione di oggettivo svantaggio da affrontare con lo Stato e con l’Unione Europea. Al convegno è stato presentato lo studio realizzato per la Cgil da Marco Bertuccelli, “Collegamenti di linea Sardegna Continente”.
 
Il programma
 
Ore 9 e 30
Presenta il convegno
Alessandro Bianco, segretario regionale Filt Cgil
 
Relazione introduttiva
Michele Carrus, segreteria Cgil regionale
 
 
Presentazione dello studio di Marco Bertuccelli, esperto della materia
“Collegamenti di linea Sardegna Continente”
 
Intervengono
Ugo Cappellacci, presidente della Giunta regionale
Massimo Deiana, preside facoltà di Giurisprudenza Università di Cagliari
Giommaria Uggias, deputato Parlamento europeo
Antonio Filippi, dipartimento Trasporti Cgil nazionale
Salvatore Scarpati, amministratore delegato Saremar
Vincenzo Mareddu, presidente Sogaer
Giovanni Caria, presidente cda Arst
Daniele Seglias, direttore produzione Sardegna Rfi
Antonio Musso, Confindustria Sardegna meridionale
Franco Nasso, segretario generale nazionale Filt Cgil
Vincenzo Tiana, presidente regionale Legambiente
Cristian Solinas, assessore regionale ai Trasporti
 
Ore 13 conclusioni
Enzo Costa, segretario generale Cgil sarda
Materiale
Puoi trovare altre notizie di tuo interesse nella sezione ATTIVITA'.