Cgil domani al Pride di Cagliari per difendere diritti e libertÓ
Venerdi 26 Giugno 2015
Condividi con:
Ti piace
180
Non ti piace
184

Cgil regionale e Camera del Lavoro di Cagliari, insieme al loro Ufficio Nuovi Diritti partecipano e sostengono il Sardegna Pride che si svolge in occasione dell’anniversario della rivolta di Stonewall, quando transessuali, lesbiche e gay uscirono finalmente dal silenzio e dall’umiliazione per avviare un percorso di affermazione dei loro diritti. “Pochi giorni fa  - ha detto il responsabile Nuovi Diritti Sandro Gallittu - il Rapporto sui diritti umani del Parlamento Europeo ha invitato, per l’ennesima volta, Stati e istituzioni Ue a considerare matrimoni e unioni civili fra persone dello stesso sesso un tema di diritti politici, sociali, umani e civili. È ora che l’Italia voti finalmente una legge, seppure con gli evidenti limiti della proposta oggi in discussione nelle aule parlamentari”. La Cgil ribadisce il suo impegno quotidiano nella società, nei luoghi di lavoro e nella contrattazione, per proseguire nell’affermazione del principio di autodeterminazione, dignità e eguaglianza, a sostegno della laicità dello Stato.