Dass realtÓ importantissima, solidarietÓ al presidente Cao
Venerdi 01 Aprile 2016
Condividi con:
Ti piace
156
Non ti piace
140

 “Un agguato vigliacco e intollerabile che non ha nulla a che vedere con la critica politica, per le modalità in cui viene compiuto – l’irruzione delle aule dell’Università per affiggere volantini anonimi – e per i contenuti che mistificano la realtà e tentano di diffondere notizie false sul ruolo del Distretto Aerospaziale della Sardegna e del suo presidente il professor Giacomo Cao”: il segretario generale della Cgil Michele Carrus interviene così sul grave atto intimidatorio compiuto ieri ai danni del professore nell’ateneo cagliaritano.

“Arrivare all’intimidazione di uno scienziato - ha detto il segretario generale Michele Carrus - è un atto ignobile che va isolato e respinto da tutti, soprattutto da quanti condividono davvero le ragioni del pacifismo e dell’amicizia tra i popoli". Nei fatti accaduti ieri è palese il tentativo, non sappiamo se dovuto all’ignoranza o alla malafede, di indurre a collegare il Dass all’industria bellica e alle attività di guerra: “Il distretto – ha detto Carrus - è una realtà importantissima e propone lo sviluppo di un settore che consideriamo strategico e che la stessa Regione ha inserito nelle sue linee prioritarie di programmazione”:
 
“Al professore – ha aggiunto il segretario della Cgil – esprimiamo tutta la nostra solidarietà ma anche il sostegno affinché continui nel suo lavoro per consolidare un settore dalle molteplici potenzialità”. Ciò che occorre fare, ed è anche la migliore risposta a quanti vogliono intimidire il presidente del Distretto diffondendo informazioni errate sul suo lavoro,  “è sostenere, promuovere e accelerare investimenti e progetti - compreso quello che la Regione sta sostenendo insieme a Dass e Avio Spa a Porto Torres per la sperimentazione di attività di ricerca su nuovi propellenti e dei motori del nuovo lanciatore Vega - per garantire occupazione di qualità e prospettive di sviluppo legate all’innovazione e alla ricerca di cui la nostra Isola ha bisogno.”